Last Christmas i gave you my heart: quest'anno vado di biscotti!

 

DSC_0548_Fotor

Il Natale è uno di quei periodi in cui danno sfogo alle proprie frustrazioni (represse per tutto il resto dell’anno) due particolari categorie di donne: le fanatiche degli addobbi natalizi e le regine della cucina. Non c’è quindi da meravigliarsi se te – donna media, priva di manualità da elfo di Babbo Natale e con un’attitudine ai fornelli pari a quella che Christina Aguilera ha per il buongusto – cadi un cicinino in depressione. Ed è proprio qui che una manciata di biscotti gigioni può cambiarti la vita.

Nessun prodigio della glassa e nessun ingrediente american-style (di quelli rintracciabili solo nel supermarket del set di Una Mamma Per Amica): i biscotti natalizi gigioni si fanno amare per l’intenso aroma di cannella ed arancia, per la semplicità con cui si preparano e per essere perfetti praticamente ad ogni ora della giornata. Come frollino per la colazione, biscottino da tè delle cinque o per placare un attacco di fame in piena sindrome premestruale.

Ingredienti:

Composto

300 gr di farina (setacciata)

2 uova

100 gr di zucchero

1 bustina di lievito (20gr)

100 gr di olio di semi

Buccia grattugiata di arancia

1 cucchiaino di cannella

1 pizzico di sale

Decorazione

Diavolini

Palline di zucchero

Confettini colorati all’anice

 

DSC_0550_FotorDSC_0555_Fotor

Preparazione:

Ponete tutti gli ingredienti per il composto (ragà, le uova sgusciate, mi raccomando!) su una spianatoia (ma va bene anche una zuppiera ampia) ed impastate bene fino ad ottenere una pasta liscia, solida ed omogenea (tipo le chiappe della Satta senza cellulite, per intenderci).

Dividete la pasta in più porzioni e – una alla volta – stendetele (con l’aiuto del mattarello) in una sfoglia spessa all’incirca 1/2 cm (vabbè, l’importante è crederci) e poi divertitevi a dare vita ai biscotti natalizi con le formine a tema che più vi piacciono: io sono andata sul solito cliché dei cuori, delle stelle, degli abeti e delle renne, ma tutto rigorosamente rivisitato in chiave “post- Chernobyl”.

Perché a Natale si può dare di più, soprattutto in originalità.

Ponete i biscotti su una teglia (rivestita di carta forno) e decorateli a vostro gusto: io personalmente sono un’amante dei diavolini, delle palline zuccherate e dei confetti all’anice (fanno così “Natale a Casa Barbie”!), che tra l’altro richiedono poco tempo e la stessa manualità di un bambino di 5 anni.

Mettete tutto in forno (preriscaldato a 130°-140°) per 20 minuti (i tempi di cottura potrebbero variare in base al tipo di forno, fate perciò riferimento alla doratura dei biscotti).

DSC_0542_FotorUna volta cotti e lasciati raffreddare per qualche minuto, i vostri biscotti natalizi saranno pronti per essere impacchettati e regalati: munitevi perciò di sacchetti decorati a tema, nastrini colorati, coccarde e bigliettini di auguri. Un pensierino low-cost, originale e goloso, magari da distribuire alla fine di una cena in compagnia delle vostre amiche.

L’idea in più? 

Per personalizzare il tutto, allegate una bella foto incorniciata che vi ritragga in compagnia del destinatario (qualora si tratti del vostro fidanzato-wannabe, va bene anche un selfie in lingerie, della serie “Chicco, questi sono i biscotti, ma per il limone duro mica bisognerà aspettare Natale prossimo, no?“)
DSC_0557_FotorDSC_0570_Fotor

Buon divertimento e buon appetito!

Oh-ho-ho!