CHE-COSA-MI-METTO? September Issues (seconda parte)

Come già anticipato su Facebook, con il mese di settembre si chiudono ufficialmente i battenti della rubrica CHE-COSA-MI-METTO? Una chiusura temporanea, s’intende.
Perchè qui, su Non Conto Fino a Dieci, le cose o le si fanno per bene o non le si fa per nulla: complice un grosso cambiamento all’orizzonte, sono costretta a sospendere per un po’ il nostro rituale mensile di fashion pills e consigli dell’ultimo minuto. Questo perchè, se devo dedicarvi tempo e parole, voglio farlo nel modo più serio (e sincero) possibile.
Vi lascio alle protagoniste della seconda (ed ultima) puntata, che quest’oggi hanno in comune il fil rouge del cambiamento. Colgo l’occasione per ringraziare tutte coloro che hanno partecipato con entusiasmo a questo piccolo appuntamento: grazie per la fiducia e per avermi scritto parole belle da leggere e da ricordare.
D.

————————————-

Carlotta – Anche le matricole sono up-to-date



Occasione: primi giorni di vita universitaria
Yes, please: look pratico e glamour

Sarò banale ma, senza un paio di jeans-del-cuore, che vita universitaria sarebbe? Sceglilo stretch, skinny se puoi contare su gambe toniche e snelle, modello bootcut se sei rotondetta. Sceglilo di una tonalità versatile negli abbinamenti, basic se vuoi abbinarlo a t-shirt estrose o con inserti particolari se preferisci i contrasti strong. Punta a capi pratici: una camicia in denim o a quadri può facilmente essere indossata con una tee bianca o con un maglioncino in tricot. Scegli calzature comode come un paio di sneakers, color cuoio o in tessuto se preferisci un mood preppy, rigorosamente ginniche (ma non per questo meno modaiole!) se preferisci i look sportivi. Alternale ad un paio di biker boots borchiati all’ultimo grido e divertiti a giocare con parka, giacche camouflage e chiodo in ecopelle. Sii pratica anche negli accessori: ok bangles, swatch colorati, orecchini al lobo; pollice verso per tutto ciò che luccica e fa troppo rumore. A meno che tu non voglia calamitare l’attenzione di tutta l’aula mentre sei intenta a prendere appunti. Mai senza: una capiente handbag, impermeabile, robusta e in una nuance strong. In bocca al lupo!

(asterisquebysassi.com)

————————————-

Chiara – London Calling


Occasione: tre settimane di studio a Londra (posso dirlo? Che culo!)
Yes please: look pratico per i banchi di scuola
Ps. : Dove fare shopping?

Quale miglior occasione di un viaggio, per potersi lasciare sedurre dallo stile e dal gusto di un paese che non sia il nostro? Londra è un melting pot di culture e tendenze e che, fondamentalmente, ti permette di andare vestita un po’ come ti pare, senza passare per la classica turista che si vede proprio che non-ci-azzecca-una-cippa. Se vuoi però sentirti più londoner e un po’ meno maccheronica, potresti puntare ad un look preppy e collegiale (cardigan, trench, stampe tartan, blue jeans, stivale anti-pioggia, verde bosco e rosso borgogna come se non-ci-fosse-un-domani) o ad uno rigorosamente british rock (leggi Alexa Chung/Kate Moss con biker boots a palla, chiodo in ecopelle, giacche military, tricot e t-shirt oversize). Mai senza: shopping bag modaiola e occhiali dal taglio maschile. Non essendo mai stata in quel di Londra ( ma quanto sono scandalosa?) ho chiesto il parere di un’esperta in fatto di look e shopping made in London: Mila di The Fashion Cavern consiglia di dare un’occhiata ai celebri mercatini della città (come il Camden Market, cool e alternativo, o Portobello Road, vintage e pittoresco) oltre agli store più in voga tra le fashion addicted, come Primark, Top Shop e Urban Outfitters. Cheers!

(thefashioncavern.blogspot.it)


————————————-

Anna – Sulle tracce di Enya

Occasione: Erasmus a Dublino
Yes please: capi base per venti chili di valigia e clima umido a go-go
Una sola parola: comodità. Sentiti libera di passeggiare per le vie della città indossando il tuo paio di sneakers preferite, da alternare ad un paio di anfibi o ad un ankle boot modaiolo. Sono poi tornate in voga le stringate maschili, questa volta in versione lucida e bicolor, che si trovano in perfetta sintonia con il carattere irriverente e anticonformista della città: divertiti ad indossarle in un outfit serale, con un cappottino in tweed e una satchel bag in vernice. Sì a cardigan soffici e confortevoli, che puoi abbinare a camicie boyfriend e panta skinny. Un bell’impermeabile color sabbia o rosso cartier è l’ideale per affrontare giornate a base di pioggia e irish pub, che potrai impreziosire con accessori cool come una cloche civettuola o una pashmina vintage.. Rivolgiti al tuo parrucchiere per scoprire prodotti in grado di proteggere i capelli dagli sbalzi di temperatura e dall’umidità! Ti consiglio poi di lasciarti ispirare dallo stile delle ragazze del posto, sapranno certo guidarti in una sana seduta di shopping locale. In bocca al lupo anche a te!
(smilingischic.com , a cui faccio tantissimi auguri di buon compleanno!)