Come un temporale estivo. – Il guardaroba delle cattivone

In questa estate sono convinta di aver sfiorato la felicità più di una volta: sedendo a tavola con le persone che amo, sdraiata sul bagnasciuga di una spiaggia incontaminata , ridendo a crepapelle con le amiche, passeggiando lungo il porto illuminato mano nella mano con un dolce sconosciuto. L’estate ha lavato via molte cose, ma non quella febbricitante irrequietezza che mi porto dentro ormai da un po’: la voglia di essere in costante movimento, di non restare nello stesso posto per troppo tempo, di viaggiare con la mente e con il corpo. E’ uno di quei momenti in cui sento di non appartenere a nessuno: non ho voglia di legami né di promesse, perché credo di dover dedicare molto altro tempo ancora a me stessa.

Si dice che il caos sia spesso il preambolo di grandi cambiamenti e che prima o poi la quiete metterà a tacere la tempesta. Mi sento come il naufrago che si lascia cullare dalle onde in attesa di gridare con tutta la voce rimastagli in corpo: “Terra!”. Mi sento come gli adolescenti riottosi ed incoscienti, mi sento come una poesia da parafrasare, come una stanza da mettere in ordine. La voglia di vivere che pulsa dal cuore fino alle tempie, l’essere libera in tutte le mie scelte, in tutti i miei errori, anche a costo di ferire chi non riesce a capire. 
Mi sento una Holly Golightly senza gatto e senza impermeabile, sarcastica e capricciosa, sfuggente e allergica alle relazioni: e se Holly ha fatto del little black dress il suo abito da battaglia, io ho invece optato per i due must have di questa ultima stagione, crop top e shorts a vita alta. Linee semplici che strizzano l’occhio a quelle dei look di Brenda e Kelly in Beverly Hills 90210, un blu elettrico che mette di buon umore e che si sposa a meraviglia con il cielo d’estate.
In attesa di un elegantissimo George Peppard che mi faccia cambiare idea e mettere radici. 
Top & Shorts: Hollister // Ballerine: Cafè Noir // Orecchini: Mango