"Con il nastro rosa: Italian Bloggers United" – Roberta, Mina e Alessandra

La vanità è donna: due dita di smalto, il rossetto rosso per gli eventi importanti, il sogno del pret-à-porter. E nonostante alcuni maschietti si siano ormai arrogati il diritto di essere fanatici quasi quanto noi ( con il grande dispiacere di tutte quelle che, come me, sono cresciute con il mito dell‘homus muschius et maschius), c’è da dire che le donne detengono tutt’ora il primato in fatto di trucco, parrucco e resto del look. Sin da piccole veniamo istruite a dovere su come prenderci cura del nostro aspetto: il raccogliere i capelli in uno chignon prima della lezione di danza, l’ indossare nel verso giusto un paio di collant a rete, lo sfilzare ad arte le nostre sopracciglia (ed io quella famosa regola della matita, ancora non l’ho mica capita!). La salute, così come il make up o la seduta di shopping, dovrebbe essere parte integrante della daily routine che ci accompagna ogni giorno, tra il tacco dieci da calzare al volo (sennò, ma-che-donna-sei!) ed il contorno occhi da schiarire: ed è proprio per questo che ogni donna dovrebbe essere pienamente informata sui comportamenti a rischio e su quelli che invece la proteggono, su quelli che sono i segnali del proprio corpo e su quelli che sono gli strumenti preventivi e diagnostici a sua disposizione.
Ecco dunque Roberta, Mina e Alessandra, le nuove protagoniste di “Con il nastro rosa – Italian Bloggers United“, progetto blog-friendly interamente dedicato al mese della prevenzione del tumore al seno: un fiocco rosa che possa essere simbolo di speranza e progresso, ma anche di unione e solidarietà tra compagne di gentil sesso.

Roberta – “Robilandia“: Sempre a..scarpa alta!

To be Cinderella you’ ve to be safe and sound.

——————————————————————

Mina Masotina – “The Style Fever“: Beauty Routine

Negli ultimi anni ho notato che noi donne lottiamo tanto perché il nostro corpo non venga utilizzato dai media come merce, lottiamo perché i fisici eccessivamente magri non siano idolatrati e presi come modello, ma nel privato sappiamo tutte quanto è difficile convivere con il nostro corpo, ci facciamo mille complessi e non sempre ne accettiamo pregi e difetti. Mia madre mi ha insegnato che una donna con la D maiuscola deve riuscire a convivere pacificamente con le proprie curve (lei è stata il mio esempio sin da piccola anche in questo), ad imparare a valorizzare il proprio fisico anche se non è proprio da modella, ad indossare sempre il sorriso e a prendersi cura di se stesse, non solo all’esterno ma anche all’interno del proprio corpo. Nella foto ho voluto unire con un nastro rosa alcuni elementi che mi rappresentano come donna: una collana DIY rappresenta la voglia di “farmi da sola”, degli orecchini di perla rappresentano la mia semplicità, uno smalto rosa glossy rappresenta la mia giovane età, il rossetto perfetto è il mio lato frizzante e il profumo che ormai ricompro da un paio d’anni rappresenta la sensualità: sono queste, nella loro semplicità e banalità, le cose che mi fanno sentire donna, non solo fuori, ma anche dentro.

——————————————————————

 Alessandra Torre – “The Fashion Tower“: Piccole donne

Essere donne è come essere un supereroe e tutti sanno che da grandi poteri derivano grandi responsabilità: proteggi le piccole donne, informale. La lotta contro il tumore al seno comincia dalla prevenzione.

——————————————————————

A giovedì prossimo.

(Vuoi unirti anche tu al nostro #conilnastrorosateam? Immortala il tuo nastro rosa su Instagram, tagga @cattivissima_d e condividilo con gli hashtag #conilnastrorosa, #conilnastrorosateam! Le tue foto verranno pubblicate sulla pagina facebook di Non Conto Fino A Dieci! )