Diamoci un contegno! – Le vip ora sono sottovuoto.

Ah, quando dici che l’allievo supera il maestro!
Mia madre non è che sia proprio una cima in fatto di computer e di web (che Dio solo sa come faccia a strimpellare la tastiera con una sola mano o a fare finta che il tasto enter non esista!) ma c’è da dire che quando si mette di impegno sa essere meglio di Alfonso Signorini in formato usb.
“Oh, ma hai visto che tutte quelle della televisione si mettono ‘ste guaine?” – civetta mia madre non appena metto piede in soggiorno –“Eh? Gu-a-ine? Quali guaine, mà?” – rispondo con fare snob di chi la credeva intenta a consultare le ricette di giallozafferano.it“Vieni, vieni a vedere! Ci sta perfino Kim Cardash, quella che ha partorito!”– chiudendo un occhio sul cattivo rapporto che mia madre ha da sempre con i cognomi stranieri, decido di avvicinarmi al pc, sul cui schermo si poggia trionfante il suo dito indice: “Vedi! Eccola qui!“. 
Poi dice che “in questa casa ci sono impronte dappertutto”.


C’è da dire che Kim Kardashian non è certo la sola ad essersi convertita alla guaina furbetta ideata dell’americana Sarah Blakely (ora pro nobis!) : questa Spanx (il cui nome prende origine dalla fibra spandex con cui è realizzata) piace (quasi) a tutte. E non c’è da meravigliarsi se perfino eterne longilinee come Sarah Jessica Parker o Katie Holmes abbiano ceduto al fascino della guaina-anti-imperfezioni: non è forse il sogno di ogni donna entrare in un cocktail dress mozzafiato con il minimo sforzo? E se già si sapeva che dive burrose come Beyoncé e Jennifer Lopez si fossero convertite alla filosofia del “guaina is the new black”, è stato a dir poco divertente scoprire che perfino la principessa Beatrice di York abbia aderito alla setta delle inguainate. Anche se, Beatrì, detto tra noi, più che di una pancerina avresti bisogno di un nuovo stylist! 
(Ok che c’è bisogno di un po’ di austerity di questi tempi, ma quante altre tende di Buckingham Palace  
avete intenzione di smantellare e di riadattare a vestito da cerimonia?)

Madonna bigia il pilates ed indossa leggings strategici, Eva Longoria, grazie alla guaina-friendly si scopre meno disperata di un tempo e  la giovane Selena Gomez si lascia immortalare con mutandoni contenitivi a vista…e allora mi chiedo, sono forse l’unica scema sulla faccia della terra ad andare avanti ancora a dieta e workout? A pensarci bene, se perfino la Vezzali e Fiona May se so abbottate (per anni) di merendine Kinder che manco una classe intera di terza elementare, e se i paparazzi non fanno altro che punzecchiare Katy Perry da Burger King, un motivo dovrà pur esserci! 
Ho deciso, una Spanx prima o poi me la compro, così poi faccio un salto da Herve Leger, scelgo a caso un tubino strizzatissimo, mi fiondo nel camerino e prima che la commessa possa proferire la classica nenia del “Cara, se le va troppo stretto, le prendo la taglia più gr…” spalanco la tenda e le faccio: “Questa TRENTOTTO mi sta uno schianto, la prendo!” 
Chissà che non funzioni come antidepressivo.