Ecografia is a girl’s best friend. (Quasi meglio dei diamanti!) #conilnastrorosa

Belle si nasce, fighe si diventa. C’è poco da fare: senza un briciolo di amore proprio e di giuste attenzioni, solo in poche si potrebbero permettere di girare indisturbate #comemammalehafatte. Tipo Bar Refaeli e Miranda Kerr, per citare due figherrime a caso.
A tutte le altre è invece stato insegnato che, per valorizzarsi come si deve, ci sono più alleati di bellezza a cui poter ricorrere: un bravo parrucchiere, un’estetista (molto) paziente ed un personal-shopper fidato. La bellezza però non è fatta solo di centimetri di tacco ed accorgimenti furbetti: la vera bellezza fa rima innanzitutto con “salute” (e si, ovviamente anche con congiuntivo).

Questo nuovo appuntamento dedicato alla mia campagna #ConIlNastroRosa, a sostegno del mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno, vuole proprio approfondire due dei migliori “alleati” che abbiamo a disposizione per la diagnosi precoce delle lesioni mammarie: l’ecografia (per le più giovani) e la mammografia (per le anta).

  
Quando farle?
 
ECOGRAFIA
L’ecografia mammaria è consigliata a tutte le donne dai 25 anni in poi (più giovani, in caso di diversa indicazione da parte del medico!) per indagare quelle eventuali nodularità ed irregolarità individuate nel corso della visita senologica o dell’autopalpazione
C’è un periodo migliore per farla?
Si, nel periodo immediatamente successivo alla fine delle mestruazioni e mai in prossimità o dopo l’ovulazione.
E’ dolorosa?
Il fastidio che si prova nel corso dell’ecografia è proporzionato alla vostra sensibilità ed alla conformazione del seno. E’ tuttavia un fastidio decisamente accettabile (l’esame dura pochi minuti!)
Ci sono controindicazioni?
No, l’ecografia è un esame semplice e sicuro che può essere eseguito anche in gravidanza ed allattamento.

 

MAMMOGRAFIA
La mammografia si esegue ogni due anni nelle donne di età compresa tra i 50 ed i 69 anni di età (screening mammografico) e generalmente mai in donne under 40-45 (la struttura della mammella in quel range di età non può essere opportunamente indagata con questa metodica). Indagini più frequenti possono essere consigliate in donne con particolari tipi di lesioni, condizioni o storie di familiarità.
C’è un periodo migliore per farla?
In caso di persistenza del ciclo, sarebbe preferibile eseguire l’esame a ridosso della fine delle mestruazioni.
E’ dolorosa?
Come nel caso dell’ecografia, il fastidio avvertito nel corso dell’esame dipende molto dalla vostra sensibilità. Anche la mammografia è comunque un esame che dura pochi minuti.
Ci sono controindicazioni?
Non sono state documentate particolari controindicazioni.
 
 
 
Perché farle?
 
Sia l’ECOGRAFIA che la MAMMOGRAFIA consentono di fare diagnosi precoce di tumore al seno in donne appartenenti a diverse fasce d’età. Una diagnosi precoce aumenta la percentuale di sopravvivenza e migliora il successo dello stesso intervento: quanto prima individuiamo una lesione sospetta o francamente maligna, tanto più siamo in grado di intervenire in modo radicale e di garantire la guarigione.
 


Ottobre non è ancora finito:
possiamo continuare a condividere ed incoraggiare quante più donne possibile a fare prevenzione.
 E a volersi bene, una volta per tutte.
Altri post dedicati: