GOLDEN GLOBES: LA PAGELLA!

2ddf5e13-908f-4f29-86f5-7f843047a180_Fotor_Collage_Fotor
Golden Globes 2016: promosse, bocciate e rimandate.
Sia chiaro che non sono io ad essere “cattiva”…sono gli altri a non sapersi vestire.

Ossignùr!

OLIVIA PALERMO IN DELPOZO

Classico esempio di come ci voglia un attimo a passare da “fashion-icon” a “confezione regalo Caffè Kimbo”.

Date un abito lungo ed un panino a questa donna, per favore.

 

RACHEL MCADAMS IN LANVIN

Io capisco che è difficile sopravvivere all’idea che il tuo ex storico (Ryan Gosling) si sia riprodotto con un’altra (Eva Mendes)…ma è proprio necessario vestirsi “a lutto” con il coprivano di Mirella, la parrucchiera di tua nonna?

 

NATALIE DORMER IN J.MENDEL

Da “Trono di Spade” a “Trono di Scope”: ma dove diavolo sono i Lannister quando c’è bisogno di una punizione esemplare?!

 

JANE FONDA IN YVES SAINT LAURENT COUTURE

Jane, amore mio, ma dopo tutto quello che se semo magnati durante queste feste, era proprio necessario andare di meringata?

 

JULIANNE MOORE IN TOM FORD

Altra nostalgica del Natale: con quel poco che costa la carta regalo di Tiger, giustamente, perché non farcisi pure l’abito per i Golden Globes?

 

EVA LONGORIA IN GEORGES HOBEIKA

E niente, a commentare il tutto basta la faccia della bella Eva, che sembra proprio dire: “Mai una gioia”.

——————————————–

Poteva andare (molto) peggio.

KATY PERRY IN PRADA

Salvo il (noiosissimo) look da milfona anni ’70 di Katy Perry solo per il fisico della Madonna-Ciccone-che-si-ritrova.

 

JENNIFER LAWRENCE IN CHRISTIAN DIOR

Molto bello il colore, ma non so: quelle prese d’aria da “Geri Halliwell ai tempi delle Spice” e quell’acconciatura da maestrina di legno mi hanno un tantino confuso.

 

KIRSTEN DUNST IN VALENTINO

Ho “rimandato” la sensualissima Kirsten solo perché sono sicura che se avessi promosso a pieni voti quella scollatura da “tu chiamale se vuoi, erezioni” mi avrebbero denunciato per istigazione alla cecità.

 

KATE HUDSON IN MICHAEL KORS

Eh si, Kate, lo sappiamo che sei turgida come un merluzzo da scongelare e che c’hai più addominali di tutte le Tartarughe Ninja messe insieme: che noia però ‘sti look da (eterna) lolita sbarcata a Hollywood.

 

KATE WINSLET IN RALPH LAUREN COLLECTION

Kate che vai, stile che trovi: questa volta da Museo delle Cere, sezione “Maria Nazionale al Festival di Sanremo”. Peccato (con quel fisico)!

 

EMILIA CLARKE IN VALENTINO

Abito meraviglioso.

Una sola domanda: i capelli da “i’m frigida and i know it”, perché?

——————————————–

Ci piace!

LADY GAGA IN ATELIER VERSACE

La rivincita delle “bruttine”: splendido abito “vecchia Hollywood”, contouring etereo ed unghie trash quanto basta per ribadire che “i started from the cubo (della disco) and now i’m here”.

Capito, Leo?

 

AMBER HEARD IN GUCCI COUTURE

P-E-R-F-E-T-T-A.

(Amber, prossima volta porta anche Johnny dal tuo coiffeur, però!)

 

JAIMIE ALEXANDER IN GENNY

Da un’altra galassia: quella del gusto chic-audace.

 

LAVERNE COX IN ELIZABETH KENNEDY

Vabbè, io mi vado a nascondere nello sgabuzzino, va.

 

MARIA MENOUNOS IN ROLAND MOURET

(Sono ancora nello sgabuzzino. #NoMariaIoNONEsco)

 

CATE BLANCHETT IN GIVENCHY HAUTE COUTURE BY RICCARDO TISCI

Mi affaccio dallo sgabuzzino solo per dire: meno male che al mondo esistono ancora persone come Cate Blanchett. Ed il suo stylist.