Il primo "ménage à trois" di sole donne (ed in diretta radiofonica), non si scorda mai – "Non Conto Fino A Dieci" special guest @PUNTO F su Elec-to Radio!

Bene, dopo aver catturato la vostra attenzione con un titolo molto gigione (tanto per citare i tempi d’oro di Simona Ventura, prima che si rincoglionisse a furia di strillare come un’ossessa “p-i-t-t-a-r-o-s-s-o”), posso confessarvi candidamente che no, il “ménage à trois” di cui sopra non ha niente a che vedere con sex&bondage ( che lo so che già vi stavate immaginando scenari alla Vicky-Cristina-Barcelona).

La mia prima volta con due fanciulle, tra l’altro con una mora ed una bionda (della serie, una prima volta con i fiocchi!), è stata in realtà un (divertentissimo) battesimo radiofonico, in compagnia delle mie (ormai celebri) amiche torinesi, Laura e Michela, co-presentatrici (insieme a Corinna, in questi giorni impegnata a girovagare per Parigi) del PUNTO F, rubrica settimanale tutta al femminile di Elec-to Radio (di cui sono stata ospite telefonica già nel mese di febbraio).

Lo scorso weekend sono partita alla volta di Torino in compagnia di una cara amica, complice la fine di un’intensa sessione d’esame e di tirocini in ospedale che, come avranno sicuramente notato le lettrici più attente, aveva messo a dura prova il mio buonumore: trascorrere qualche giorno nella bella città piemontese era nei miei piani già da tempo, soprattutto per avere finalmente l’occasione di stare in compagnia di quelle mattacchione del Punto F, che erano mesi che mi corteggiavano minacciosamente al suono di “ma quando ci vieni a trovare a Torinoooo?
Essere ospite di un programma radiofonico è sicuramente stata una delle esperienze più emozionanti della mia vita: la radio ha infatti da sempre esercitato un grande fascino su di me, uno di quei mondi che considero a dir poco magici, perchè in grado di unire due delle mie più grandi passioni, quali la musica e le chiacchiere a ruota libera. Se ripenso al momento esatto in cui ho aperto Non Conto Fino A Dieci o a quello della mia prima intervista in compagnia delle ragazze del Punto F, posso affermare tranquillamente che mai (e dico mai) mi sarei aspettata di poter addirittura avere il lusso di vedere realizzato uno dei miei più grandi sogni (seppur per un’ora della mia vita).
Vestire i panni di questa Cenerentola metropolitana, che piuttosto che recarsi al ballo più cool della città con un paio di scarpette di cristallo ai piedi, ha invece avuto il lusso di inforcare un paio di cuffie e di parlare liberamente davanti ad un microfono, è stato davvero divertente ed elettrizzante: superata la mega fifa iniziale, grazie all’esperienza di Michela e alla dolcezza di Laura, mi sono goduta queste chiacchiere on air con naturalezza ed entusiasmo.
Come nella migliore delle tradizioni, Cenerentola a ‘sto benedetto ballo, mica ci va con la prima sottana che si ritrova nell’armadio, e se indossare un abito da grand soirée sarebbe stato un tantino pretenzioso per il nostro happy hour radiofonico, ho preferito scegliere un total look sporty chic: jeans vissuto taglio boyfriend, blusa morbida giallo limone, spolverino arancio bon ton ed un paio di comodissime wedges sneakers color crema. Per l’occasione ho poi abbinato al resto del look un delizioso anello a cuore, formato maxi, acquistato qualche ora prima in una stramegafigagalattica boutique in via Giuseppe Barbaroux, Sayang Ku, che invito tutte le torinesi all’ascolto ad andare a svaligiare alla prima occasione utile!
(Blazer&Jeans: Zara / Blusa: Koan / Sneakers: Di Varese / Orecchini: H&M / Anello : Sayang Ku)
Il tema della puntata, come molte di voi già sapranno, è stato l’epico confronto tra i due stereotipi classici del mondo maschile, quali il Maschio Alfa (divenuto ormai merce ben più rara e preziosa del tartufo nero) e l’Uomo Minkia (piaga antropologica universale che da sempre mette a dura prova l’eterosessualità –  e la fedina penale – di tutte noi fanciulle). Sparlare apertamente dei maschietti omega in circolazione è stato non solo divertente, ma anche liberatorio: un’oretta di chiacchiere al vetriolo come piacciono a me, con tanto gossip, qualche esperienza personale a riguardo e ottima musica di sottofondo.
Non voglio rubarvi altro tempo prezioso da poter dedicare all’ascolto della puntata sul podcast ufficiale di Elec-to Radio, che poi dite che sono prolissa e che scrivo papiri interminabili: non posso però non stendere altre due righe per ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questa fantastica esperienza! Un grazie speciale va sicuramente alla splendida Laura di Purses and I, che ha da sempre dimostrato di tenere particolarmente alla mia piccola creatura virtuale (e alla visibilità dei miei outfit, a suo rischio e pericolo!), un grazie di cuore va poi a Michela e Corinna, che hanno voluto condividere con me la piccola magia della radio ( e degli agnolotti al ragù!), mettendomi completamente a mio agio. Grazie a tutto lo staff di Elec-to Radio, a Manu- alfa (boyfriend storico di Laura) per averci fatto da chauffeur, alla mia dolce amica Noemi (che si è improvvisata Steve McCurry in sala di registrazione!) per essere stata al mio fianco in questa incredibile avventura, alla mitica Rossana per avermi portato a fare incetta di carboidrati e calorie per festeggiare il grande evento, a tutti coloro che sabato pomeriggio erano sintonizzati per ascoltarci in diretta, a chi, pur essendo lontano fisicamente, mi è stato vicino con il cuore, con un messaggio, con una telefonata.

 

  

Il bello dei sogni che diventano realtà è che ti fan capire che sei sulla strada giusta, che hai trovato il tuo piccolo posto nel mondo, nonostante tutti gli errori e le scelte sbagliate commessi nel corso della tua vita, i momenti di sconforto e la cattiveria della gente.

Clicca qui per ascoltare la puntata del 17 maggio sul podcast ufficiale!!