Io non so parlar d'amore.

Che mica sono Hermanesse, io.

Io al massimo posso dire che di amore non si muore, che con l’amore si fanno grandi cose ( come i viaggi, come i bambini), che per amore si può ridere e si può piangere, che dall‘amore parte ogni cosa, per poi farvi ritorno. E mi piace pensare che sia l’amore quella forza misteriosa che ci fa tenere aperte le palpebre, che flette e distende le nostre ginocchia, che fa schioccare le lingue, che dà corpo ai nostri pensieri. L’amore è una di quelle cose che non dovrebbero avere nè prezzo nè colore, nè religione nè burocrazia, perchè se è vero che al cuore non si comanda, non si dovrebbe avere alcun diritto di dire che “questo amore non s’ha da fare”. 
L’amore per un figlio che stenta ad arrivare.
L’amore di un lui per una lei con dieci anni in più.
L’amore di un lui per un altro lui. O quello di una lei per un’altra lei.
Il quattordici febbraio bisognerebbe celebrare l’amore come diritto, come libertà di espressione, che di Baci Perugina ne abbiamo mangiati fin troppi (e la prova bikini è dietro l’angolo).
Il quattordici febbraio le mamme e i papà dovrebbero prendersi per mano davanti ai proprio figli a dimostrare che, nonostante gli alti e bassi, qui si continua ad amare.
Il quattordici febbraio gli innamorati dovrebbero trombare un po’ di meno e guardarsi un po’ di più occhi negli occhi: che le cose non dette, quelle che si leggono tra i battiti di ciglia, sono quelle che contano veramente.
Il quattordici febbraio i single e le zitelle non dovrebbero attaccarsi alla bottiglia del Bailey’s incominciando ad intonare l’avvilente “Cupido mio, perchè mi hai abbandonato?“: dovrebbero piuttosto indossare il loro abito migliore, imparando ad amare prima di tutto se stessi. 

Io dell’amore so molto poco ma mi basta sapere che esiste.
Che ce lo portiamo dietro da sempre.
Come i chili di troppo, come il mignolino del piede.

Auguri a chi ama ogni giorno, a chi è amato e ancora non lo sa.

——————————————
Votami su Grazia.it nella categoria IT.LIFESTYLE bloggers!

Basta cliccare QUI ed accendere un cuoricino!
Puoi votarmi ogni giorno!
Grazie a tutte coloro che hanno già contribuito!


avrai

AVRAI.

Avrai. Migliaia di scalini da salire, strade da percorrere a fari spenti, luoghi in cui sopravvivere. Avrai giorni bui in…