Le brave ragazze vanno in paradiso, le cattive dappertutto. Per esempio ad un ballo.

Come ben sapranno le mie followers di Facebook, la scorsa settimana ho finalmente avuto il piacere di partecipare ad un ballo studentesco che non fosse il solito mattatoio universitario a ritmo di dubstep e bottiglie schiaffate in testa come se non ci fosse un domani. La serata di gala ha preso corpo nell’incantevole National House of Vinohrady, un popò di palazzotto neo rinascimentale, con tanto di scalinate in marmo, soffitti affrescati e lampadari di cristallo: potete dunque immaginare l’entusiasmo di trovarmi catapultata in un’atmosfera d’altri tempi, tra lo scintillio dei flute di champagne ed i chilometri di tappeto rosso.

(Pictures by B.)

Ecco, se già per natura mi trovo spesso invischiata nella sindrome del “che-cosa-mi-metto?”, potete ben immaginare quale folle delirio mi abbia colto nei giorni precedenti l’evento: abbandonata l’idea di un long dress (perchè, shame on me, gli abiti lunghi non li so proprio portare, nè tanto meno mi reputo credibile con un orlo della gonna sotto al ginocchio), mi sono rifugiata nell’eleganza sobria ed inscalfibile di un little black dress. Banale, potrebbe mormorare qualcuno, e non avrebbe certo tutti i torti: peccato che nel mio tentativo di shopping last minute non abbia trovato un suo valido sostituto, perchè, voglio dire, al ballo mica ti ci puoi presentare con lo scamiciato a fiori o con la minigonna inguinale! Un paio di decoltè nere in vernice, una pochette martellata ed un paio di pendenti preziosi sono stati gli accessori da me scelti per completare il resto del look.

Poi, da brava sciura in Erasmus, mi sono regalata anche una seduta dal coiffeur (al Jet Set Salon): ultimamente ho una vera e propria ossessione per le front braids (che non sono assolutissimamente in grado di riprodurre da me, manco con la benedizione di tutti i santi del paradiso), croce e delizia di qualsivoglia parrucchiere. Vi basti pensare che la ragazza chiamata ad acconciare le mie chiome, al termine delle sue mansioni, mi ha sussurrato con isterismo febbrile “Girl, you made my day!” Della serie: ” ‘sta sfacchinata de intrecciatte i capelli maa ricorderò da qui finchè campo!”

(Dress and earrings: Mango)

La serata è trascorsa in modo piacevole e non sono di certo mancate le mie solite chiacchiere da suocera: tralasciando la blanda presenza di esemplari di figa suprema (leggi, un metro e settantacinque di pura bellezza moldava), per il resto ho dovuto assistere ad una parata di “non meglio identificate” giovani donne in ghingheri.

I miei appunti della serata:

  • Ma che scegli a fare uno scollo abissale sulla schiena se hai lo stesso portamento di Serena Williams?
  • Ok, i guanti alla Holly Golightly sono très chic: ma di certo non bianchi e abbinati ad un vestito che sembra urlare “Welcome to cabareeeet!
  • Se un abito ti sta eccessivamente comodo sul punto vita, esistono le sarte. Non le canottiere indossate a vista o le cinture a fascia.
  • Le stampe vintage hanno sempre il loro perchè, quelle delle tende della casa al mare, un po’ meno.
  • L’abito bianco drappeggiato, figlia mia, lasciamolo alle spose.
  • Se ti metti in total black, con le calze ottanta denari, le scarpe rosse sono l’ultima cosa che ti sarebbe dovuta balenare nel cervello.
  • Decoltè a punta? Ma stiamo scherzando?
  • Un long dress non fa primavera. Specialmente se a quadri o della stessa consistenza dei body per la lezione di spinning.
  • I sandali gioiello, si. I sandali gioiello con le calze color carne, no.
  • Perchè mai pensavi di essere elegante con una stampa con farfalle?
  • Dio, ma quell’abito vagamente rockabilly e con il bolerino risale alla prima comunione?
  • Tesoro, questo è un ballo di gala, non il concorso per “Miss strappona con la parure”.

Fare le veci di Enzo e Carla in terra straniera è sempre uno sporco lavoro, ma qualcuno doveva pur farlo, no?
——————————————

Votami su Grazia.it nella categoria IT.LIFESTYLE bloggers!

Basta cliccare QUI ed accendere un cuoricino!
Puoi votarmi ogni giorno!
Grazie a tutte coloro che hanno già contribuito!