MOVEMBER: il cancro fa un BAFFO agli uomini!

Chi ha detto che solo noi donne siamo attente in fatto di salute e prevenzione?! E soprattutto, chi ha detto che solo noi donne siamo in grado di unire la passione per il glamour ed i dettagli all’amore per il nostro corpo ed il nostro benessere? Da diversi anni a questa parte il mese di Novembre è infatti dedicato alla campagna di sensibilizzazione e alla raccolta fondi per la ricerca e la lotta contro il cancro della prostata e dei testicoli: ed è proprio il simbolo di un paio di baffi a suggellare questa splendida iniziativa che prende il nome di Movember.

I baffi (come la barba incolta ad arte) sono decisamente diventati un must per i più attenti alle nuove tendenze, per la gioia dei barbieri old school e di alcune fanciulle – che da anni sognavano il ritorno di quell’homus barbutus in grado di archiviare la triste realtà dell’homus cerettatus e di quello che, a trent’anni suonati e sbarbato come un agnellino appena tosato, è in grado di inibire ogni possibile istinto sessuale (dal momento che andarci a letto sarebbe elettrizzante come copulare con la faccia del bambino delle barrette Kinder impressa nella mente) : quale simbolo migliore dunque per diffondere un importante messaggio di prevenzione tra gli uomini di ogni età?

Gli step per aderire al progetto – e per diventare un Mo Bro effettivo – sono semplici da seguire: 1. registrarsi sul sito MOVEMBER.COM, 2. iniziare la propria campagna di sensibilizzazione dal primo del mese e con il volto completamente rasato, 3. farsi cresce un bel paio di baffi (veri!!!) nei giorni a seguire, 4. organizzare una campagna di sensibilizzazione, di dialogo e di raccolta fondi dedicate alla prevenzione e alla tutela della salute maschile, 5. comportarsi come un vero gentleman (cito testualmente!!!)
E noi femminucce?! Saremo mica costrette a star lì a fare da tappezzeria o – peggio – a farci crescere i baffetti come zia Frida (Kahlo) per dare il nostro supporto a questa giusta causa?! Potete tirare un sospiro di sollievo: le Mo Sistas – per citare il sito ufficiale dell’iniziativa – “giocano un ruolo fondamentale nel successo di Movember, supportando ed incoraggiando gli uomini della loro vita a prenderne parte. (…) Essenzialmente, le Mo Sistas fanno le stesse cose dei Mo Bros, ma senza baffi.
Che poi, se proprio vi dovesse indispettire ‘sta cosa del baffo da hipster (con tutte le comprensibili implicazioni legate al momento topico del bacio!), potete sempre fare tutto il resto: leggete e documentatevi (da fonti attendibili), chiedete al vostro medico di fiducia, supportate ed incoraggiate i babbi, i fratelli, gli amici, i fidanzati a sentirsi chiamati in causa in un progetto finalizzato alla tutela della loro salute.
Che baffo o non baffo, noi siamo comunque dalla loro parte. (A patto che non facciano gli imbecilli!)