Nella vita vince chi osa. (E chi non ha paura dei tacchi alti.)

Ho voglia di un anno a tinte forti.
Come un rossetto ciliegia scuro.
Come due dita di smalto rosso.
Come un paio di anfibi rock ai piedi.
Come uno scollo seducente, che i colletti-da-brava-ragazza-li-portassero-le-altre.
Non ho tempo per i buoni propositi, non ho tempo di promettere a me stessa cose che tanto rimarranno lì, sospese tra il dire e il fare. Per altri trecentosessantacinque giorni.
La dieta.
Lo stomaco pieno prima di mandare giù un paio di Mojito.
Le ballerine dopo la discoteca.
Le pagine del libro studiate giorno dopo giorno.
Who cares?

Ho voglia di vestirmi di sole paillette e di carpe diem: perchè la vita è troppo corta per non viverla a proprio gusto, come meglio ci piace. Le sneakers appendiamole al chiodo, che al mal di piedi del day after ci si può sempre pensare dopo una tisana al finocchio. Ho voglia di dire tanti si e pochi no: perchè un sorriso apre mille porte (mille cuori…mille portafogli!) mentre i musi lunghi creano il deserto intorno. E anticipano lo scoccare delle creme anti-age! Ho voglia di viaggiare a marce alte: schiarire i capelli di una tonalità, indossare un paio di pumps maculate, acquistare un bikini in pieno inverno.

I pistolotti mentali (e l’autostima sotto zero) li voglio chiudere in un cassetto e che si fottano quelli che mal mi sopportano: non sanno proprio quello che si perdono! I look acqua e sapone voglio lasciarli alle figaccione da passerella: io di maquillage e di uno stile up-to-date ne ho davvero bisogno per sentirmi amazing accaventiquattro. Anche con due chili in più. Anche in quei giorni lì. Bye- bye riflessioni e brodi di giuggiole in cui cuocersi: voglio che sia l’istinto a guidarmi, quello femminile, quello che raramente prende delle sonore cantonate. Quello che ci rende irriverenti ed indomabili. Quello che da timide segretarie sa trasformarci in irresistibili donne in carriera.

Osate, ragazze mie, osate sempre: in amore, nel lavoro o durante una seduta di shopping.
Fatevi cogliere dall’imprevisto, lasciate un angolo di carta bianca sulla vostra agenda colma di impegni, indossate culotte di seta anche in previsione di un semplice caffè tra amici: che-non-si-sa-mai.

Abbiamo tutta la vita davanti per leccare ferite, per chiedere scusa, per tornare sui nostri passi.
Ora: petto in fuori, testa alta e tacchi altissimi.

—————————————————

Vi ricordo che Non Conto Fino A Dieci partecipa al contest di Grazia.it “Blogger We Want You“: puoi votare per me ogni singolo giorno, semplicemente cliccando sul cuoricino rosso accanto alla mia foto profilo!
Trovi il link in alto sulla colonna di desta!

cancella

Cancella e riavvolgi.

Come cantavano i The Cardigans: cancella e riavvolgi. Ogni volta che questo film ti sembri un melodramma senza fine,…