Non sono una…MILFONA! – Quelle che dopo nove mesi di gravidanza, sono più gnocche di tutte le commesse di Hollister messe insieme.

Che la gravidanza renda più belle le donne, lo posso pure capire: d’altronde, una volta che hai trovato uno abbastanza innamorato (o abbastanza scemo) da fecondarti e da permettere al tuo naso aquilino e alla tua grande passione per il cinema russo di tramandarsi nelle generazioni successive, tutto il resto è in discesa. O quasi. C’è poi da dire che le donne incinta sono le uniche forme di vita femminili sul pianeta terra che dei loro chili in più non fanno poi un grande dramma, perchè se ingrassano, voglio dire, mica è colpa loro (o delle cinque porzioni di nachos con salsa guacamole ordinate per cena): vuoi mettere la soddisfazione di rispondere per le rime ad una collega velenosa che, osservando i tuoi brand new rotolini, sentenzia con finta solidarietà femminile: “tranquilla cara, durante le feste mettiamo su peso un po’ tutte quante…” (quando magari lei il giorno della vigilia s’è concessa solo uno yogurth magro e due Pavesini)?

“Mah, veramente non sono ingrassata: sono incinta!”
(Ed io, in preda al delirio da progesterone, sono sicura che aggiungerei un simpatico: “…non è mica colpa mia se io e mio marito facciamo sesso mentre tu al massimo speri che a trombartisi siano i tappetini su cui fai pilates…!” )
Dicevamo: che le donne incinta brillino di una bellezza tutta loro è ormai una legge universale, mentre quello che mi sfugge è come facciano certe donne a raggiungere livelli epici di gnoccaggine dopo parto, allattamento e svezzamento, quando invece il resto della popolazione femminile post partum impiega intere ere geologiche per riappropriarsi di una messa in piega decente e di una taglia 44.
Che vabbè che casa&figli sono un’ottima palestra, ma a me pare che certe donne, più che in palestra, siano andate direttamente dal creatore per essere (ri)fatte ad immagine e somiglianza delle modelle di Victoria’s Secret.

Ecco le mie preferite!


Che qualcuno dica a Beyoncè che, a due anni di distanza dalla nascita della piccola Ivy Blue, forse è giunto il momento di aggiornare il suo titolo planetario di Queen B a Queen M, dove m sta ovviamente per milf e non per mamma-disperata.Sul corpo di Beyoncè si leggono chiaramente i segni lasciati dalla dieta vegan e dal body-pump, ma quelli delle fantomatiche pappine-sputate-in-faccia, dei pannolini-pieni-di-pupù o delle notti insonni non sembrano essere pervenuti. Ah, io si che pagherei oro per poter essere in grado, dopo due anni dalla nascita di mia figlia, di ballare e cantare sotto la pioggia, armata solo di sedia e tacchi a spillo, inguainata in un body-fetish da cui sporgono chiappe marmoree tipo statua-del-Bernini, con un taglio a caschetto shatushiato che (stranamente) non mi stia di merda, in compagnia del mio uomo vestito da gran soirée sul palco dei Grammy Awards! Peccato che io, al massimo, mi ritroverò a ballare nel salotto di casa sulle coreografie di Just Dance, speranzosa di poter così buttare giù la panzetta e la cellulite-fossile, con mio marito che, ancora in pigiama, ogni tanto si affaccia dalla cucina esclamando: “Ahò, aah Eter Parisi, vedi che se stanno a brucià le polpette dentro ar forno!”

Dopo pochi mesi dal parto,  Kim Kardashian s’è sgonfiata tipo i palloncini delle feste, tipo quando sei in partenza per la settimana bianca e metti i maglioni sottovuoto per farli entrare nella valigia. Alla faccia di noi tutte, che l’abbiamo presa in giro per nove lunghi mesi, Kim è tornata più in forma che mai, quasi da farmi venire il dubbio se per caso non abbia ingaggiato qualcuno per fotosciopparle le caviglie! La piccola North non ha compiuto ancora i primi quattro mesi di vita, eppure Kimmona internazionale sembra non aver risentito minimamente della sindrome post-partum: voglio dire, tralasciando i millemila litri di ritenzione idrica che avrà perso già con la semplice rottura delle acque (e sarei pronta a giurare che qualche ostetrica maligna presente all’evento si sia lasciata sfuggire che “una roba così non la si vedeva dai tempi di Mosè e del suo passaggio sul Mar Rosso!”), quello che più stupisce è come Kim abbia (ri)acquistato buon gusto nel vestire. Che io mica me li sono dimenticati i suoi look premaman strampalati (anzi, li ho perfino messi per iscritto in questo post)! Ebbene, se qualsiasi forma di vita femminile, a distanza di pochi mesi dal parto, si ritroverebbe con la tutona in ciniglia e il mollettone tra i capelli, Kim sbaraglia le concorrenti con il jeans slim-fit e la chioma luminosa, lasciandoci con la stessa espressione stupita di Kayne West in questa foto. Che poraccio, je era quasi venuto il dubbio di aver messo incinta Fiona di Shrek. 
Per carità, anche io se avessi avuto un compagno come Gerard Piquè (che tra l’altro ho appena scoperto essere classe 1987, cioè, parliamone!) non avrei perso un minuto per tornare in forma, ma Shakira ha decisamente battuto sul tempo ogni mia aspettativa: il dolcissimo Milan ha poco più di un anno e sono sicura che potrebbe già fare a botte con i compagni dell’asilo nido, perchè dio solo sa quanto possa essere antipatico sentirsi dire, tra un biscottino Plasmon ed una scarabocchiata con i pennarelli, “Ammazza che bona tu madre nell’ultimo video co Rihanna, oh!”. E non avrebbero poi tutti i torti, perchè nel videoclip del suo ultimo singolo “Can’t forget to remember you“, Shakira sembrerebbe tutto fuorché una neomamma: la ritroviamo vestita di solo pizzo e body attillati, mentre tra un colpo di bacino ed una strusciata sul
divano, mette a dura prova il sex appeal della collega Riri. Ed anche la natura etero di molte sue fan. Cioè, tu una neomamma e la sua  migliore amica le immagineresti al supermercato alla ricerca di un’offerta conveniente sui pannolini, mica a fumare sigari cubani con un paio di pumps tacco quindici ai piedi ed in atteggiamenti da “50 sfumature di rossetto rosso“! E sono sicura che se mai mi venisse la brillante idea di provarci, mia suocera mi porterebbe dritta dritta da Forum che, diciamolo, senza Rita Dalla Chiesa, non è più la stessa cosa.

E la vostra milfona del cuore chi è?