DSC_0357_Fotor_Fotor

Perdersi e ritrovarsi. Con il mare negli occhi e qualche chilo in più.

Perdersi. Per le bianche vie di un centro storico, con i panni stesi oltre le inferriate dei balconi, con le porte dall’intonaco consumato da chissà quanti baci tra innamorati. Perdermi. Nella bellezza immutata di quel sud che per me significa semplicemente “bentornata a casa, hai già mangiato?“: il silenzio del tardo pomeriggio, l’ombra ai piedi di un fico secolare, il mare che – anche se non si vede – so che c’è.

E’ difficile spiegare i legami, perché i legami sfuggono a qualsiasi legge della grammatica o della sintassi: i legami si vivono, non si lasciano parafrasare da nessuno. E’ difficile esprimere a parole quel senso viscerale di appartenenza che provo ogni qualvolta io metta piede nella terra con cui – con tutto l’amore possibile – sono stata concimata. Germogliando, un bocciolo alla volta, estate dopo estate.
Me stessa. Si, nei luoghi in cui affondo le radici, io mi sento davvero me stessa.

 

Quando torno a casa, non c’è cielo che non riesca a consolarmi, non c’è mare che non riesca a lavare le ferite, non c’è sabbia che scotti a tal punto da farmi rimpiangere di essere lì.
Quando sono nel mio sud, tutto è esattamente come dovrebbe essere. Non c’è pena del cuore che non possa essere alleviata, non c’è preoccupazione che non possa essere razionalizzata, non c’è dolore che non possa essere dimenticato. Fosse anche per il tempo di una sola estate. 
O di una fresella con il pomodoro.
E non importa il caldo africano, la mentalità di certe persone, le strade dimenticate dalla civiltà: quando torno a sud l’unico sentimento che riesco a provare è la gratitudine. Gratitudine per ciò che vedo, sento, assaporo.
 
Perchè il sud è forse l’unico posto dove le cose belle – ma belle veramente – non hanno prezzo. 
Al sud quando sei triste avrai sempre una spiaggia da percorrere per ritrovare la serenità, quando hai fame troverai sempre una tavola apparecchiata anche per te e se magari hai pochi spicci in tasca, un bicchiere di vino con vista mare è un lusso che potrai ancora concederti.
Ogni volta che mi allontano da questi luoghi è come se si addormentasse una parte di me. Quella migliore.
Ogni volta che faccio ritorno in città è come se tornassi in gabbia dopo il più bello dei voli.
Ogni volta che mi sento triste, sconfitta o incazzata con il mondo c’è solo un posto dove vorrei essere: al sud.

 

Un grazie speciale a mia sorella per queste bellissime foto.
 
————————————-
Abito // Fornarina
Borsa // Ynot?
 
Location: Scalea (centro storico) – Tropea- Marina di Pizzo Calabro


avrai

AVRAI.

Avrai. Migliaia di scalini da salire, strade da percorrere a fari spenti, luoghi in cui sopravvivere. Avrai giorni bui in…