pausa

Quick post: have a break.

Per questa settimana sono stata costretta a tradire il mio consueto appuntamento con la rubrica glamour dell’Italian Fashion Tea, per ragioni di agenda stracolma. Che Coco Chanel abbia pietà di me. Il fatto è che, prima dei trent’anni, vorrei evitare di incappare in una qualsivoglia crisi stakanovistica, della serie, fare-tremila-cose-contemporaneamente-per-non-sentirsi-sfigate. No, questa volta mi sono concessa un break. Un respiro profondo. Breath in. Breath out. Sono sicura che anche la mia vena creativa ne trarrà beneficio. E’ uno di quei momenti in cui tutto scorre troppo velocemente e sento di aver ingranato una marcia troppo alta. Devo rallentare. Scalare. Andare a passo d’uomo.
 
Mi aspettano mesi intensi, in cui occorrono nervi saldi, una pazienza infinita e un vaffa a portata di mano. 
Ho una marea di roba che mi frulla per il cervello: tante idee da mettere per iscritto, un progetto importante in cantiere (di cui prima o poi vi parlerò), qualche acquisto/regalo recente a cui vorrei dedicare alcune righe. Come direbbe mia madre, ora pro nobis, una-cosa-alla-volta. Ciò che mi consola è che saranno mesi in vostra compagnia, con l’affetto e la simpatia che vi contraddistinguono e che vi rendono delle lettrici speciali. D’altronde siete le mie lettrici. Mi seguite senza che io stia qui a vendervi un prodotto, senza che io sia in grado di postare brillanti DIY o orgasmici giveaway. Mi seguite per il puro piacere di lasciarvi sedurre da una riflessione o da un mezzo sorriso. E ciò vi rende delle lettrici estremamente intelligenti. 


Grazie.
 
Dopo questa sviolinata, posso prendermi qualche giorno di relax a cuore leggero, sapendo di lasciarvi nelle fidate mani del weekend festivo, ormai alle porte. Come sempre vi ricordo La Posta delle Cattivone (noncontofinoadieci@gmail.com), non siate timide: sarebbe bello instaurare un filo diretto tra noi, concedendoci una volta alla settimana una sorta di rituale, una posta del cuore/consigli tra amiche.
Io sono tutta orecchie, pronta a lasciar scorrere le dita sulla tastiera.
 
Un abbraccio a tutte voi e un pensiero particolare a tutte le cattivone che hanno visto i sogni crollare insieme alle loro quattro mura. 
Passerà anche questa. Siete più forti di quanto pensiate.
Vi sono vicina
D.
 
 
 
 

 

cancella

Cancella e riavvolgi.

Come cantavano i The Cardigans: cancella e riavvolgi. Ogni volta che questo film ti sembri un melodramma senza fine,…