Quick Post: Pasqua(lona).


Non ho idea di come passerete il weekend più grasso dell’anno. Non ho idea se avrete modo di prendere un aereo o se resterete incastrate tra il tavolo e la porta della cucina (cosa che probabilmente accadrà alla sottoscritta!). Posso solo dirvi che, qualora passerete un weekend assolutamente low profile e per niente glamour, vi sono vicina: tra la sindrome della studentessa sotto esame e l’immancabile brutto tempo, per me queste feste saranno estremamente cheap. Il che non mi dispiace, visto che una volta all’anno posso benissimo rinunciare al mio tacco dodici per una bella fetta di pastiera napoletana. 
Wà, che bellezz’!

Non posso far altro che augurarvi di passare qualche ora di relax e di gioia prima che la colite  si abbatta inevitabilmente su tutte noi. Vi auguro di condividere la coscia d’agnello più grossa (alias sformato di verdure per le vegane integraliste) con chi vi sta a cuore. Vi auguro di trovare tante sorprese, che non siano solo quegli orribili bijoux in argento (se, te piacerebbe!) o l’immancabile giocattolo dell’uovo Kinder, che poi tanto giocattolo non è, visto che richiede la consulenza di un Ingegnere Edile. 


Vi auguro di trovare piacevoli sorprese 
negli occhi di chi vi guarda, 
nella buca delle lettere
 o sul display del vostro cellulare. 

Dentro una busta di Zara, 
nella tasca del vostro blazer
e perchè no,
in un paio di boxer. 

Buone Feste, cattivone.

cancella

Cancella e riavvolgi.

Come cantavano i The Cardigans: cancella e riavvolgi. Ogni volta che questo film ti sembri un melodramma senza fine,…