A modo tuo sarai bella anche senza un Versace.

Sabato.
Se mai un’amica dovesse scriverti “Serata solo donne?!” (e più precisamente nell’unico gruppo di WhatsApp che non hai ancora messo in modalità “silenzioso-forever-and-ever”, e che guarda caso lo avete pure chiamato “Le sorelle Halliwell ce spicciano casa”), tu accetterai l’invito.
 
Ripeto. 
Non importa se tu sia fidanzata, single incallita, nullipara convinta, madre di tre creature, impiegata di banca, commessa esaurita, strumentista di sala con smonto notte, studentessa sotto esame, Anna Karenina sotto ad un treno per l’ex, ragazza a dieta o emigrata a fanculo: stasera tu accetterai quell’invito.
Ti laverai i capelli (perché “wild okay, monnezza away”), ti cimenterai in una sana opera di deforestazione (se non altro poterai il “baffo”, che stonerebbe decisamente con il rossetto, e qui di Frida Kahlo ce ne sarà sempre e solo una, signore mie). Indosserai quel vestito che ti fa sentire figa ed invincibile come Reese Whiterspoon in “Legally blonde”, sceglierai il tuo accessorio preferito (va benissimo anche il tuo inconfondibile “ah stronzo!”, urlato contro chi tenta di fregarti il parcheggio sul lungo Tevere).
Sarai bella in tacco a spillo, così come in stivaletto raso terra.
Sarai bella mentre ritoccherai per l’ultima volta i capelli allo specchio, nell’attesa che le porte dell’ascensore ti invitino ad entrare, quando imposterai il navigatore verso un luogo (finalmente) sconosciuto.
Sarai bella nelle tue imperfezioni (l’eye-liner messo male, tanto per iniziare), sarai bella nei tuoi canonici quaranta minuti di ritardo, sarai bella qualsiasi sia il tuo bagaglio di dolore (l’acido lattico dopo un “leg day”: ecco, parliamone).
 
Sarai bella anche se non hai lo stacco di coscia della Christensen, la bellezza eterna della Crawford, il culo marmoreo della Schiffer, il portamento della Bruni, il sex-appeal di Naomi. Sarai bella anche se su di te quegli abiti oro/platino Versace starebbero proprio una merda, diciamolo.
Perché in compagnia di certe amiche, in quei momenti in cui metti da parte tutto il resto e pensi un po’ a te stessa, in quei luoghi in cui ti dimentichi della forza di gravità e brilli della tua luce migliore, sarai bella sempre.

avrai

AVRAI.

Avrai. Migliaia di scalini da salire, strade da percorrere a fari spenti, luoghi in cui sopravvivere. Avrai giorni bui in…