"Secondo me è gay!" – Ragazze (rifiutate) sull'orlo di una crisi di nervi.

Tu sei figa.
Vabbè, diciamo fighetta.
Mmm…facciamo caruccia?
Ok, ad ogni modo, tu rientri nella categoria delle oggettivamente-scopabili e lui, quello che ti piace da una vita e che è in grado di mandarti in ipersalivazione manco fosse una Chanel originale a cinquanta euro, non sembra avere la minima intenzione di volertisi portare a letto. Cioè, non è che dici “sai, vorrei tanto che mi dichiarasse il suo amore sotto ad un ciliegio in fiore..“, visto che ti accontenteresti di una semplicissima frequentazione e di una trombadance su di un divano-letto di tanto in tanto. Manco a dire su di un letto da una piazza e mezza. Cioè, non è che stai lì a pretendere, a sognare la favola della tua vita…qui è semplicemente una questione di ormoni ballerini e di ovaie impazzite: che-porca-la-miseria-ladra, una volta buona che sono single e nessuno che abbia voglia di divertirsi? Dico, proprio quando mi sono decisa a mettermi in gioco e a sfidare la giungla dei peni cuori solitari, state tutti sulla difensiva?

E’ proprio vero che i veri trombamici si riconoscono nel momento del bisogno!”- ti verrebbe quasi voglia di urlare con le lacrime agli occhi, per poi fuggire via in preda ai tuoi isterismi, che a confronto i capricci di Cristiano Malgioglio ai tempi de L’isola dei Famosi erano pratiche buddhiste per accedere al nirvana.

 

A questo punto la femmina media ferita-nell’orgoglio-delle-sue-mutandine, che proprio non vuole arrendersi all’idea di essere stata “scartata” o che magari a lui piacciano solo quelle con i capelli fucsia, va a rifugiarsi direttamente nella gabbia del leone: i consigli delle amiche. Che per carità, le amiche mica lo fanno apposta a dare pareri/consigli di merda, è che fondamentalmente sono gli stessi pareri/consigli di merd* che ci raccontiamo e tramandiamo sin dalla notte dei tempi, quando l’homo erectus venne beccato a fare la trombadance con Chita, la scimmia, piuttosto che con la sua compagna: “E’ un insicuro, un immaturo! Fa sesso con una meno evoluta di te per non sentirsi da meno. Tu sei troppo intelligente per lui! Tu sai accendere il fuoco, quella a malapena sbuccia le banane con il pollice opponibile!
Da lì fu il principio di tutti i mali di noi donne: crogiolarsi nel nostro brodo di stronzate.
  • “In realtà gli piaci e secondo me anche tanto…è che gli metti soggezione!”
  • “Magari ha avuto una grande delusione in amore…e ha paura di ferirsi nuovamente…”
  • “Forse si aspettava una ragazza diversa…una un po’ meno audace!”
  • “E’ una tecnica…sta a vedere che entro ventiquattro ore ti riscrive!”
  • “Gli piacciono le ragazzine…tu sei troppo sicura di te.”
  • “Secondo me è gay.”
  • “Secondo me è gay e non lo sa.”
  • “E’ timido.”
  • “Magari ha la ragazza?”
  • “E’ pigro…vuole che sia tu a fare il primo passo!”
  • “Quello è abituato alle ragazze che gli saltano addosso…”
  • “Magari è molto preso dal lavoro e dallo studio…non può concedersi distrazioni!”
  • “Secondo me ce l’ha piccolo…”
  • “E’ che tu sei troppo bella e c’ha l’ansia da prestazione..”
  • “Secondo me è gay”
  • “Tu sei troppo per lui.”
  • “E’ che quello si fa influenzare dagli amici..”
  • “Deve crescere…”
  • “E’ il classico tipo che fa lo stronzo per paura di essere ferito..”
  • “Secondo me è gay,dai su, non ci sono altre spiegazioni.”

 

Per l’amor del cielo, basta!
Basta, che mi sanguinano le orecchie!

Per una questione di principio non voglio minimamente cadere nel clichè de “la verità è che non gli piaci abbastanza” (perchè, cari i miei cugini ammerigani, una persona o ti piace o non ti piace: non esistono mezze misure!).
La verità è che, per quanto gli uomini possano spesso sembrare esseri semplici e primitivi, essi godono di uno dei più sofisticati marchingegni che la natura gli abbia mai messo a disposizione e che essi sfruttano soprattutto durante i periodi di noia (quei momenti in cui non sono alla ricerca della donna della loro vita, ma semplicemente di una che si abbini al colore delle loro lenzuola): il rompicoglioni-radar. Un maschio, che faccia il tronista o l’attivista di Green Peace, sa infatti riconoscere la sottile differenza tra una femmina carina-simpatica-intelligente-disponibile-easy e una carina-simpatica-intelligente-disponibile-rompicoglioni: la “rompicoglioni”, secondo la filosofia maschile, per quanto voglia giocare a fare la Dita Von Teese della situazione, le parole “frequentazione-relazione-vacanze insieme-sabato sera al telefono-no, tu allo stadio con i tuoi amici non ci vai” ce l’ha proprio stampate in fronte.

 

Perciò, amiche mie, se lui non ci prova neanche a portarvisi a letto, nonostante siate Miranda Kerr in persona (e magari nel frattempo si sbatte questo mondo e quell’altro), molto probabilmente vi ha già etichettato come tali.

 


Benvenute nel club.
O dimostrategli il contrario.