"Ti posso spiegare": i cinque (buoni) motivi che mi stanno tenendo lontana dalla tastiera.

Giuro che la mia non è una tattica.
Giuro e spergiuro che la mia recente latitanza su noncontofinoadieci non rientra in quelle barbare e ripugnanti filosofie de “sul web vince chi fugge“: la verità è che, nonostante le giornate si siano allungate, mi si è stranamente dimezzato il tempo da dedicare allo strimpellamento della tastiera del pc. 
Roba che mi si stanno cominciando perfino ad incicciare le dita.
Pur avendo sempre nutrito una sorta di ripugnanza per il libretto delle giustificazioni del liceo, e figurarsi per le giustificazioni partorite da una mente maschile che non ha la minima idea di come costruirsi un alibi (ma io dico, possibile che le settordici serie de L’ispettore Derrick se le sia viste solo mia nonna?!), è giunto il momento di dare spiegazioni. 
1. E’ arrivata la primavera ed io mi sono completamente rincoglionita. Sarà che dopo un inverno freddo ed interminabile, alla sola vista di prati in fiore e temperature sopra lo zero io non c’ho capito più niente. Dopo aver assodato la tecnica del “vestirsi a cipolla” (il pile nero sopra il vestito di paillette per andare in disco è stata la rivelazione dell’anno, ndr) e dopo aver affinato quella di affondare il tacco di un paio di decolté in una manciata di centimetri di neve, mi sono concessa il lusso di godermi una delle più belle città d’Europa, finalmente baciata dal sole. 
2. E’ arrivata la primavera e m’è salita l’ansia della prova bikini. Nonostante io sia destinata a vedere il mare quando ormai buona parte delle mie coetanee potrà già vantare una tintarella da spot pubblicitario, mi sono decisa a smuovere le chiappe dai sedili del tram e a fare del sano workout. Una corsetta lungo il fiume, squats e addominali che manco le pazze over quaranta che popolano le sale fitness: d’altronde con tutte ‘ste scosciate chilometriche in giro è impossibile non risvegliare la femmina competitiva ed invidiosa che alberga in ognuna di noi. Orsù, datemi un bilanciere!

3. E’ arrivata la primavera e il bagaglio a mano si fa più leggero. Quale momento migliore per viaggiare se non durante la bella stagione? Tralasciando il fatto che d’ora in poi posso finalmente sfanculare lo stress del bagaglio da stiva con le sue restrizioni di peso, per non parlare di quanto lo spogliarello nei pressi del metal detector sia ora diventato meno avvilente del solito, è giunto il momento di approfittare delle tariffe low cost che mi permettono di viaggiare da Praga verso tutta l’Europa. (Stay tuned per la mia review su Bratislava!)
4. E’ arrivata la primavera e io c’ho gli ormoni in subbuglio. Mica è colpa mia se qui è pieno di avvenenti ciclisti e corridori a petto nudo. Non è colpa mia se a Praga prima fai sport e poi nasci. Non è colpa mia se qui c’è un crocevia di nazionalità che manco alla stazione Termini nel primo weekend di Giugno. Non è colpa mia se sono una giovane donna, fertile come l’humus decantato dagli antichi e sensibile ai livelli di testosterone nell’aria. E non è infine colpa mia se flirtare in inglese è decisamente molto più sexy che stare a sentire le autocelebrazioni del primo italiano medio che ti capita sottomano. Oh.
5. E’ arrivata la primavera ed io sto a dieta manco fossi Victoria Beckham. Petto di pollo, insalatone, gallette di mais e succo di mela. Un frigorifero così triste non lo si vedeva dai tempi antecedenti alla Prova del Cuoco e a Masterchef. Sto in ipoglicemia da un paio di mesi. Sto in piena fase carbs-free. Non bevo alcolici da una settimana abbondante. Io non credo che Baudelaire ed Antoine de Saint- Exupéry scrivessero completamente sobri e dopo un paio di scaloppine al limone. O no?
La mia avventura qui in terra ceca è quasi ormai giunta al termine ed io non posso certo lasciarmi sfuggire l’occasione di vivere a trecentosessanta gradi i giorni rimasti sul calendario. 
Un pizzico di malinconia mi si annida tra la gola ed il cuore. 
Ah.
Nel frattempo continuo ad annotare esperienze e riflessioni da mettere nero su bianco il prima possibile e continuo soprattutto ad emozionarmi quando qualcuna di voi mi fa notare che l’assenza dei miei sproloqui comincia a farsi sentire.
Io vi adoro come da sempre,
D.
——————————————

Votami su Grazia.it nella categoria IT.LIFESTYLE bloggers!

Basta cliccare QUI ed accendere un cuoricino!
Puoi votarmi ogni giorno!
Grazie a tutte coloro che hanno già contribuito!

avrai

AVRAI.

Avrai. Migliaia di scalini da salire, strade da percorrere a fari spenti, luoghi in cui sopravvivere. Avrai giorni bui in…