Fallo ora! (5 cose da fare entro i 30 anni, minimo.)

Avete presente quella vocina che risuona di tanto in tanto nella testa, quella del “lo faccio dopo”, “sarà per la prossima volta”, “magari domani è meglio..”? Ecco, mandate affanculo quella vocina una volta per tutte e ripetetevi come un mantra – anche a costo di sembrare la Brigliadori ai tempi de L’Isola dei famosi – che “ lo faccio ora o mai più”. 

“It’s my life, it’s now or never, i ain’t gonna live forever…” lo dice pure quel figo di Jon Bon Jovi: e secondo me, di uno che ha saggiato tutti i prodigi della messa in piega dagli anni ‘80 ad oggi, c’è da fidarsi ad occhi chiusi.

Non ci sarà mai un momento in cui ti sentirai veramente pronta. Non ci sarà mai un elicottero che voli abbastanza basso da non farti paura poco prima di lanciarti con il paracadute. Non ci saranno mai le giuste garanzie, non ci saranno mai calcoli veramente affidabili: se devi buttarti, buttati e basta. 

Domani non sarai (necessariamente) più motivata di oggi: fallo oggi e basta. Tra dieci anni non è detto che ti ritroverai ad essere più forte di quanto non lo sia oggi: fallo oggi (al massimo domani) e basta. 

Ci sono cose che vale la pena fare sul momento, perchè a distanza di tempo non avrebbero più lo stesso valore. Ci sono cose che puoi fare solo sul momento: tra un paio di ore potresti già aver perso una chance per essere felice.

Ci sono infine cose che non puoi più permetterti di procrastinare: e se sei alla soglia dei 30 anni ecco le cinque cose per cui non hai davvero più scuse. E no, il matrimonio o “come stirare le camicie in tre facili mosse” non c’entrano un tubo.

  1. Imparare a stare da sola. Molto poetica questa cosa dell’altra metà della mela, per carità: eppure ti sei mai chiesta se non sia invece vero che  “El unico fruto del amor, es la banana, es la banana…”?! E non pensare subito male, mamma mia! Pensa invece al fatto che la banana – quando si trova unita ad un bel “casco” o ad un’altra banana – è completa già di per sé. Per la banana tutto il resto è un valore aggiuntivo, non una necessità.
  2. Dire no quando vuoi dire no. Dire si quando vuoi dire si. Piantiamola di portare avanti questa leggenda metropolitana che “la donna dice bianco, pensa nero e vuole grigio”. Cioè, almeno proviamoci, ecco. Tutto questo immane sforzo, se non altro per andare incontro alla nostra felicità: “no non voglio venire a letto con te” (senza avere paura che quel “no” ci pregiudichi un’intera futura relazione), “si accetto volentieri di vederci per cena” (senza avere paura che una pizza ci rovini la linea per sempre). Accontentatevi, nel senso bello del termine, però.
  3. Non avere paura delle conseguenze. Che penserà mia madre? Che cosa dirà il mio ex? E se mi vedesse David Beckham, eh, che opinione potrebbe mai avere di me? F-R-E-G-A-T-E-N-E. La cosa ti rende felice e non fai del male a nessuno (nel senso più materiale del termine)?! E allora fallo, cazzotene!
  4. Mai più: fingere di essere forte, fingere un orgasmo, fingere un’intera relazione. Diciamo che a (quasi) trent’anni dovresti sapere che “saper fingere” è una dote che ripaga solo se di mestiere fai l’attrice (non necessariamente quella porno). Le donne forti hanno cambiato se stesse ed il mondo nel momento in cui hanno accettato – senza alcuna vergogna – di mostrarsi fragili. Le donne che amano un’altra persona, in genere prima hanno imparato ad amare – profondamente – se stesse. Le donne che si amano, infine, non fingerebbero di essere felici (di piacere) manco se glielo chiedesse Rocco (Siffredi) dopo la prima defaillance di cui gli sarebbe testimone la storia. L’amore d’ora in poi sarà il tuo fallo!” realistico: le donne che si amano davvero donano piacere con la stessa serenità con cui mostrano all’altro come farle arrivare sulla luna (e a mali estremi, esistono sempre i sex toys).
  5. Avere grande stima di te stessa. L’adolescenza è finita, andate in pace. Amen. No, non meriti di soffrire. No, non meriti di accontentarti. No, no e ancora no: non meriti un uomo che ti umili, un collega che ti faccia mobbing, un’amica prepotente, uno specchio nell’androne di casa che non ti faccia giustizia. Sei una Donna e vali tanto quanto le persone che reputi “migliori” di te: non importa quanti errori hai commesso, quanti amori ti hanno scaricato, quanti lavori hai cambiato, quanti chili tu abbia preso/perso. C’è sempre un buon motivo per rimettersi in pista a testa alta: TU.

andare via viaggio

Prima di andare via.

*Prima di andare via.* Ci sono viaggi che diventano delle vere e proprie piccole benedizioni: ti si spalancano davanti…

avrai

AVRAI.

Avrai. Migliaia di scalini da salire, strade da percorrere a fari spenti, luoghi in cui sopravvivere. Avrai giorni bui in…